L’Unpli partecipa da protagonista alla “Borsa mediterranea del turismo archeologico”

L’Unpli partecipa da protagonista alla “Borsa mediterranea del turismo archeologico”

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

 L’Unione Nazionale delle Pro Loco è presente da protagonista alla Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico con un proprio spazio espositivo e, soprattutto, con due iniziative nel corso delle quali saranno illustrati esperienze, progetti e buone prassi delle attività compiute dalle 6300 Pro Loco.

La presenza alla Borsa sarà l’occasione per dare concretamente contezza dell’impegno della rete dei volontari Unpli che, da un capo all’altro dell’Italia, è quotidianamente impegnata per la promozione dei territori, la salvaguardia del patrimonio immateriale culturale, la valorizzazione dei prodotti tipici rappresentando, allo stesso tempo e sempre più spesso, un vero e proprio collante sociale, specie per le aree soggette a spopolamento.

Sono questi i principali temi al centro del convegno dal titolo “Volontariato al servizio dei territori” che si terrà domani, domenica 30 ot dalle 10 alle ore 11.30 (Sala Vella); durante l’incontro, in particolare, si punterà l’attenzione sull’impatto socio-economico della rete Pro Loco a vantaggio dei territori, così come emerso nei due report realizzati dal Centro Studio Sintesi della Cgia di Mestre.

I relatori saranno chiamati a esporre, analizzare e riflettere su numeri e cifre concrete, a partire, per esempio, dai 110mila eventi organizzati dalle Pro Loco Unpli nel 2018 e dalle 20mila sagre e fiere realizzate nello stesso anno.

Nel corso dell’incontro si parlerà anche delle iniziative in cantiere dal parte della Fondazione Pro Loco Italia Ets e delle collaborazioni avviate da Unpli, sempre in ambito di promozione dei territori, con altre associazioni.

Alla Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico, l’Unpli porta anche la buona prassi del progetto “I giovani e la fornace delle idee sulle orme dei Volceiani – Laboratorio Antica Volcei”,  focus sulla ceramica e sulla decorazione (oggi e domani dalle 10 alle 12 nello stand Unpli Paestum-Salerno).

L’iniziativa vuole essere un impulso a riprendere l’antico mestiere della lavorazione della ceramica supportati da un moderno progetto imprenditoriale che si ispira a forme e rappresentazioni antiche riattualizzandole in funzione del gusto e dell’utilizzo odierni.

Il progetto è realizzato dalla Pro Loco di Buccino con il cofinanziamento della  Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento Per Le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale – nell’ambito del Piano Azione e Coesione – Avviso “Giovani per la valorizzazione dei Beni pubblici”  ed.2018.

IL PROGRAMMA DEI LAVORI DI VOLONTARIATO A SERVIZIO DEI TERRITORI

I lavori si apriranno alle 10 con gli indirizzi di saluto di:  Antonino La Spina ( Presidente UNPLI e Fondazione Pro Loco Italia) Antonio Lucido (Presidente Unpli Campagnia), Mario De luliis (Consigliere nazionale UNPLI), Renzo Mazzeo (Consigliere nazionale UNPLI), Pierfranco De Marco (Consigliere nazionale UNPLI), Luigi Barbati (Consiglio Fondazione Pro Loco Italia ETS), Marina Paglione (Consigliere nazionale UNPLI), Ugo Picarelli (Fondatore e Direttore Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico).

A seguire gli interventi di: Marcello Nardiello (Presidente UNPLI Salerno), Pietro Ferrari Bravo (Direttore Fondazione Pro Loco Italia ETS), Andrea De Rita (Consigliere Fondazione Pro Loco Italia ETS), Fernando Tomasello (Vice Presidente UNPLI e Responsabile Dipartimento Cultura e Paesaggio) e Antonio Barone (Direttore Rotta dei Fenici).

Torna su