Unpli, Cammini: domani si conclude ad Assisi la staffetta “Da Francesco a Francesco”

Unpli, Cammini: domani si conclude ad Assisi la staffetta “Da Francesco a Francesco”

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

COMUNICATO STAMPA

UNIONE PRO LOCO D’ITALIA, CAMMINI: DOMANI SI CONCLUDE AD ASSISI LA STAFFETTA “DA FRANCESCO A FRANCESCO”

Oggi alle 11, durante la celebrazione eucaristica “Nel Transito di San Francesco”, l’offerta dei fiori; alle 19 nel sagrato della basilica di Santa Maria degli Angeli, l’arrivo della penultima tappa della staffetta

ROMA, 3 ottobre 2022) Le Pro Loco aderenti all’Unpli  partecipano con piena dedizione alle celebrazioni per San Francesco d’Assisi Patrono d’Italia.

GLI APPUNTAMENTI ODIERNI

   Oggi nel corso  della celebrazione eucaristica “Nel Transito di San Francesco ” officiata alle 11 nella Basilica di S. Maria degli Angeli, la Pro loco di Santa Maria degli Angeli, il comitato Unpli Umbria, l’Unione Nazionale delle Pro Loco italiane (Unpli) e “l’Associazione Piatto di S.Antonio” hanno reso omaggio,  con la consegna di un mazzo di rose bianche, nel luogo in cui San Francesco morì. 

La mattinata si era aperta con la presentazione del riconoscimento “Rosa d’argento” nel Refettorietto del Convento Porziuncola. Nel pomeriggio, invece, i camminatori della staffetta “da Francesco a Francesco” hanno completato la penultima tappa che va da Spello a sino alla basilica di Santa Maria degli Angeli (15 km), dove arrivati alle ore  19.

GLI EVENTI DI DOMANI

   Di buon mattino si terrà l’incontro fra le delegazioni  presenti e le autorità, a seguire nella Basilica Papale di San Francesco la partecipazione alla solenne celebrazione Eucaristica nella Festa di San Francesco, Patrono d’Italia, cui seguirà il messaggio all’Italia del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Alle 12, inoltre, si concluderà la staffetta con l’arrivo nel piazzale inferiore della Basilica di San Francesco. Gli appuntamenti proseguiranno nel pomeriggio con la conviviale con i camminatori ed ospiti presso il Monastero San Giuseppe (ore 13), la visita alla tomba di Francesco Dattini (Capodacqua, ore 17) e la celebrazione Eucaristica in ricordo di Francesco Dattini (Rivotorto, Santuario Francescano ore 18.30).

IL PREMIO NAZIONALE FRANCESCO DATTINI

In occasione delle festività in onore di S. Francesco di Assisi, ieri sera è stato assegnato il “Premio Nazionale Francesco Dattini“ promosso dalle Pro Loco del Comitato Unpli Assisano e da Unpli Umbria con l’intento di implementare la collaborazione tra Pro Loco geograficamente lontane ma vicine nei loro ideali e valorizzarne l’attività volta alla tutela delle tradizioni sia in ambito culturale, artistico, ambientale, che gastronomico: promuovendo così il territorio e la sua gente nelle sue molteplici articolazioni.

“Siamo lieti di registrare la costante crescita, in termini di riconoscimento e apprezzamento, del Premio e l’ampia e qualificata partecipazione che ha contraddistinto la premiazione” ha sottolineato il Presidente di Unpli Umbria e organizzatore del “Premio Nazionale Francesco Dattini”, Francesco Fiorelli.

A ricevere il riconoscimento che vuole mettere in luce l’impegno profuso per il volontariato, sono stati il Presidente Unpli, Antonino La Spina,  in rappresentanza di tutte le Pro Loco d’Italia; la responsabile del dipartimento servizio Civile Unpli, Benni Tavella, per il proficuo lavoro svolto dai giovani che scelgono il servizio civile con le Pro Loco;  Silvia Losco, Dirigente del Dipartimento per le Politiche giovanili e il Servizio civile universale per la Presidenza del Consiglio dei MinistriRoberto Laurenzi responsabile servizio civile Unpli Umbria.

Tra i presenti alla cerimonia il sindaco di Assisi, Stefania Proietti; il Presidente di Unpli Umbria, Francesco Fiorelli, organizzatore del Premio; il presidente di Unpli Abruzzo, Sandro di Addezio, il presidente di Unpli Lombardia, Pietro Segalini, il Portavoce del Forum Terzo Settore Umbria, Paolo Tamiazzo e il Presidente della Pro Loco Santa Maria degli Angeli, Francesco Cavanna. A seguire, si è tenuto l’incontro “Il Volontariato come dono” con i volontari delle Pro Loco e i camminatori in arrivo da Roma ad Assisi lungo la via di Assisi.

LA STAFFETTA “DA FRANCESCO A FRANCESCO”

I partecipanti sono partiti il 18 settembre da Piazza San Pietro e con un itinerario complessivamente composto da 17 tappe hanno ripercorso i luoghi, fra Umbria e Lazio, dove il Santo ha trascorso gran parte della propria vita, lasciando importanti tracce.

Di seguito le tappe del cammino.

Domenica 18/09/22: Roma – Rappresentanza UNPLI in piazza San Pietro per Angelus

1) 18/9 Partenza Monterotondo-Palombara Sabina; 2) 19/9 Palombara Sabina – Moricone – Montelibretti; 3)  20/9 Montelibretti – Scandriglia – Poggio Moiano; 4)  21/9  Poggio Moiano – Monteleone Sabino – Oliveto Sabino; 5) 22/9/  Oliveto Sabino – Belmonte in Sabina – Rieti; 6) Venerdì 23/9  Greccio – Santuario Fonte Colombo – Rieti; 7) 24/9 Rieti – Santuario La Foresta – Cantalice – Santuario Poggio Bustone; 8) 25/9  Santuario Poggio Bustone – Faggio – Morro Reatino – Sorg. S.Susanna; 9) 26/9 Sorg. S. Susanna – Villa D’Assio – Santuario Presepe – Greccio; 10) 27/9 Santuario Greccio – Prati Stroncone – Moggio – Marmore – Torreorsina; 11)  28/9 Torreorsina – Arrone – Ferentillo – Scheggino; 12)  29/9  Scheggino – Sant’Anatolia di Narco; 13)  30/9 Sant’Anatola di Narco – Spoleto; 14) 1/10 Spoleto – Poreta – Trevi; 15) 02/10 Trevi – Foligno – Spello; 16) 3/10 Spello – S. Maria degli Angeli ; 17) 04/10 S. Maria degli Angeli – Assisi.

BIOGRAFIA  DI  FRANCESCO DATTINI

(a cura dell’organizzazione del premio Dattini)

Francesco Dattini (figlio di Quirino e di Elena Nasini) nasce a Capodacqua d’Assisi nel 1955. Impegnandosi con serietà e passione nello studio, consegue il diploma di maturità artistica presso l’Istituto d’arte di Perugia.

Con energia e spirito di servizio, Francesco mantiene vivo il legame con la gente sia a livello di Parrocchia che di società civile. Nel 1986 Dattini ha dato inizio alla Pro- Loco di Capodacqua che oggi porta il suo nome.

Nel maggio 1990 Francesco – che da poco ha compiuto 35 anni – incontra la sua malattia: la difficoltà nel respirare gli rivela la perdita totale dei polmoni ma questo non gli impedisce di continuare le sue attività.

Nel 1991 ha ideato il primo Festival della Salute svoltosi ad Assisi.

Dopo vari tentativi effettuati in Italia, grazie alla solidarietà degli amici umbri, riesce a recarsi in America dove il 4 febbraio 1994 i professori Joel Cooper ed Alexander Patterson eseguono felicemente il trapianto bipolmonare.

Francesco sente urgente il bisogno di condividere la sua rinnovata gioia di vivere e per esprimere la propria commossa gratitudine all’intera comunità ed alle Istituzioni che lo hanno aiutato, decide allora di pubblicare il frutto delle sue riflessioni maturate durante la malattia, si tratta di scritti che rivelano una forte ed incisiva spiritualità e che vengono raccolti nel libro dal titolo Troppi silenzi tra di noi.

All’inizio del 2001 Francesco scopre di essere affetto da linfoma all’intestino e viene operato il 6 marzo dello stesso anno a Pavia. Da subito egli è di nuovo immerso con passione ed ottimismo nei suoi impegni quotidiani.

A fine estate per Francesco inizia il lungo calvario di lotta e dolore tra chemioterapie ed un nuovo intervento chirurgico a novembre 2002. li 26 giugno 2003 l’avventura bella e terribile di

Francesco termina con la sua nascita al cielo.

Francesco ci insegna che la vita è bella se vissuta intensamente assaporando ogni circostanza e valorizzando l’incontro con ogni individuo. Con la sua persona, abbiamo compreso che c’è una speranza snche sulla soglia della morte.

Torna su